100% mamma

UN VIAGGIO LUNGO 9 MESI

11 Novembre 2015

Un viaggio, il più bello della vita.

Sempre inaspettato anche se cercato, organizzato, programmato. Ma questo viaggio lo sceglie il cielo, noi donne siamo semplici passeggere, le più fortunate al mondo, per tutti i nove mesi travolte da uno stato di amore e meraviglia misto a confusione che ci pervade in ogni attimo del nostro tempo.

Niente è più come prima e nulla tornerà come prima, come quando lui non c’era.

È nostro figlio: un miracolo.

Una vita che si sviluppa e cresce attraverso un’altra vita, quella di sua madre, alla quale insegnerà l’amore, il più vero, assoluto, eterno perché durerà oltre la vita stessa.

Diventare madre è l’esperienza emozionale, fisica e mentale più forte che esiste in questa Terra. Io della mia gravidanza ricordo tutto, passo dopo passo, facile o complesso, ma sempre straordinario, tenero, commovente.
Ricordo bene lo stato di confusione misto alla gioia, alla paura del nuovo, dell’inaspettato, alla meraviglia. Mi toccavo il ventre e pensavo :” davvero sta capitando a me?”.
Momenti di fervore di cui non potrò mai perdere memoria. Un evento magico, divino: dal nulla prende forma un essere umano. Se questo da un lato ci fa sentire onnipotenti, dall’altro ci terrorizza per il peso della responsabilità a cui andiamo incontro.

E da qui si riprogramma tutto, si riparte, si azzera il passato e inizia il futuro, quello che tutto cambia. La nostra vita diventa la sua, la nostra casa la sua casa, il nostro tempo il suo tempo. L’ego muore senza alcun sacrificio, anzi con la gioia di donarsi completamente, eternamente, senza rimpianti.

I nove mesi scorrono lentamente, mentre la vita prende forma dentro di noi che ne avvertiamo il peso, il respiro, il battito, il movimento.

Poi arriva il giorno del parto e da adesso inizi a combattere per lui, per portarlo alla luce e all’amore dei suoi genitori. Lo guardi per la prima volta e vedi l’ottava meraviglia, e subito pensi che per lui faresti qualunque cosa. È l’incontro più inaspettato e atteso e sai che non ce ne sarà un altro migliore.

Secondo me, in questo momento nasce davvero una famiglia, il figlio sposa mamma e papà, li consacra l’uno all’altro. Nessun contratto avrà mai più valore di fronte a tutti.

Auguro a tutte voi questo viaggio e vi lascio con questa citazione : “Nessuno stato è così simile alla follia da un lato, e al divino dall’altro, quanto l’essere incinta. La madre è raddoppiata, poi divisa a metà, e mai più sarà intera“. (Erica Jong)

Ti potrebbe interessare

Nessun commento

Rispondi


Notice: Tema senza footer.php è deprecata dalla versione 3.0.0 senza alcuna alternativa disponibile. Includi un modello footer.php nel tuo tema. in /home/mammewonderwomen/public_html/wp-includes/functions.php on line 4019


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/mammewonderwomen/public_html/wp-includes/functions.php on line 3778